A tu per tu con Monica Cappelletti, giovane promessa trentina
sabato 5 agosto 2017

I quarti di finale alla prima esperienza in un torneo Itf da 15mila dollari di montepremi, una maglia azzurra nuovamente indossata Maglie, in Puglia. E con successo perché l'Italia under 18, battendo 3-0 la Francia, si è garantita l'accesso alla fase finale della competizione europea a squadre (a Granville, in Francia, dal 7 al 9 agosto).
Ci sarebbe da toccare il cielo con un dito insomma. Non nel caso di Monica Cappelletti, a dispetto dei suoi diciotto anni, la giovane promessa del Ct Trento è una ragazza abituata a tenere i piedi saldamente ancorati al terreno. Concreta e determinata come il suo tennis, come la sua voglia di arrivare. Ecco perché ripensando al match con la Grymalska, perso 6-4 al terzo nel Città di Schio, (Grymalska poi sconfitta in finale dalla Rubini) a prevalere è forse la sensazione di un’occasione perduta
“Diciamo che ci ho messo molto del mio, d’altronde lei non ha colpi potenti e definitivi, non ti mette in difficoltà, però ha tanta pazienza e soprattutto non ti regala mai nulla. I punti devi andare a conquistarteli tutti. Nel primo set ho fatto pochi errori, ero molto aggressiva e riuscivo a spingere bene la palla, soprattutto con il servizio, e a prendermi tanti punti a rete. Nel secondo ho cominciato a pensare a quello che stava succedendo, al fatto che stavo vincendo, alla semifinale che avrei potuto giocare l’indomani, e ho perso un po’ d’intensità. Lei ha guadagnato qualche metro di campo e ha cominciato a tenere la palla lunga e alta per non farmi venire avanti. Nel terzo set mi sono ripresa, ma poi nel momento decisivo ho fatto tutto io, mi sono brekkata due volte da sola e non sono riuscita a sfruttare tre palle del 5-5. Forse ero un po’ stanca di testa, non mi ero mia trovata in una situazione simile, magari con un po’ di lucidità in più sarei potuta andare avanti. Ma è stata comunque un’esperienza importante, ho capito che posso giocarmela tranquillamente anche in questi tornei, senza paura.”
Intanto sono arrivati i primi punti Wta…
“E’ vero, due. Non sono molti (sorride) e non valgono ancora il ranking mondiale, ma sono comunque una piccola soddisfazione”
Adesso c’è l’impegno con la nazionale, a Maglie nelle semifinali della Coppa Soisbault Reina, una sorta di Fed Cup Junior a livello europeo. Sei stata convocata da Maria Elena Camerin, insieme alla palermitana Federica Bilardo e la lucchese Tatiana Pieri. Tutte classe 1999, tutte protagoniste in ascesa del tennis italiano.
Le titolari sono loro, ma certo sono contentissima di tornare a vestire la maglia azzurra. Ti restituisce tante belle sensazioni. Speriamo di fare bene e passare il turno, anche se non sarà facile, le avversarie (Croazia, Ungheria, Francia, Russia, Slovacchia e Ucraina, n.d.r.) sono toste.”
Il 2016 è stato un anno difficile, condizionato da alcuni problemi fisici, ma ne sei uscita alla grande tornando subito alla vittoria e alzando il tuo livello di gioco. Come si gestiscono questi momenti?
“L’infortunio alla caviglia alla fine del 2015 è stato più duro da sopportare, perché ho dovuto rimanere ferma. Ho impiegato quattro mesi per riuscire a muovermi come prima, il dolore al polso mi ha tenuto bloccata per altri sei mesi, ma almeno si trattava di quello sinistro e ho potuto continuare a giocare e allenarmi. C’è poco da dire o da fare quanto ti capitano queste cose, prima le accetti e prima le superi. Quest’anno ho dovuto fermarmi altri trenta giorni, ma stavolta ne è valsa la pena, c’erano gli esami di maturità, Liceo Linguistico.”
Superati alla grande, ovviamente. A proposito di sacrifici, fatica e lavoro, vivere e allenarsi a Tirrenia per una ragazzina di diciotto anni non deve essere semplice, come si svolge la tua giornata tipo?
La sveglia suona presto, alle sette. Si fa colazione e poi si va in palestra, dalle 8.30 alle 10. Poi in campo sino all’ora di pranzo. Nel primo pomeriggio c’è qualche ora libera, dalle 15 alle 17 di solito lavoriamo sulla parte atletica, quindi alle 18 inizia la scuola. Si studia fino alle 20.15, cena, due chiacchiere, alle volte ti accordi la racchetta, per le dieci devi essere in camera e alle 11 si spegne la Tv. E’ dura certo, soprattutto nei week end quando hai un po’ più tempo a disposizione e avresti voglia di tornare a casa, ma poi il lunedì si rientra in campo e ti riprende la voglia. Capisci che stai facendo la cosa giusta, che non ti pesa perché ha un obiettivo forte davanti: diventare una giocatrice di tennis.”
Tecnicamente quale strada ha preso il tuo tennis?
"Sto cercando di essere sempre più aggressiva, di prendere più spesso la rete. E’ una scelta dettata anche dalle mie caratteristiche fisiche. Non posso accettare lo scambio da fondo campo, ma devo cercare il punto.”
I tuoi obiettivi per questa seconda parte di stagione?
“A metà agosto partirò per gli Stati Uniti per giocare un paio di tornei Itf, poi spero di giocare le qualificazioni agli Us Open junior, come classifica ci sono molto vicina. Anche se si svolgono in un altro circolo, essere a new York, a respirare quell’atmosfera sarebbe già un sogno.”ITALIA PROMOSSA - La nazionale italiana under 18 femminile - Federica Bilardo,Tatiana Pieri e Monica Cappelletti, capitana Maria Elena Camerin - ha chiuso al secondo posto il gruppo C di qualificazione della Reina Soisbault Cup (Fed Cup Junior), disputato sui campi del Circolo Tennis Maglie. Dopo aver superato 3-0 la Francia centrando l'accesso alla fase finale della competizione europea a squadre, in calendario a Granville, in Francia, dal 7 al 9 agosto (promosse le prime due di ciascun gruppo di qualificazione), le azzurrine, seconda testa di serie, nel match che assegnava la prima posizione hanno ceduto dopo due singolari molto equilibrati alla Russia, numero 1 del seeding.
I RISULTATI
venerdì 4 agosto
(1) Russia - (2) ITALIA 2-0 (Lansere b. Bilardo 06 64 76(6), Rybakina b. T. Pieri 67(3) 64 63, doppio non disputato)

giovedì 3 agosto
(1) Russia - Ungheria 3-0
(2) ITALIA - Francia 3-0 (Bilardo b. Romain 63 61, T.Pieri b. Dartron 63 46 61, Bilardo/Cappelletti b. Girard/Romain 62 63)

mercoledì 2 agosto
(1) Russia bye
Ungheria-Croazia 2-1
Francia-Slovacchia 2-1
(2) ITALIA bye

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,09 sec.
Cerca nelle news

CIRCOLO TENNIS TRENTO
Piazza Venezia, 41/1 - 38122 Trento  |  Telefono: 0461.238932  |  E-mail: info@tennistrento.it
Partita IVA e Codice fiscale 00387760226